Categorie
Società Suburbia

Arcade Fire, Sprawl I (Flatland) (2010)

Contributi Musicali all’Urbanistica | Puntata 6 Perché non provare a leggere i fenomeni urbani e suburbani attraverso gli indizi lasciati dalla musica? Nelle precedenti puntate della serie città e musica, abbiamo viaggiato attraverso emozioni, pratiche e usi delle metropoli nel secondo dopoguerra, stravolte da enormi cambiamenti urbanistici e sociali sia in Europa che negli USA. Si […]

Categorie
Società Suburbia

“Il ragazzo della via Gluck”, viaggio tra le cover internazionali (1966-67)

Contributi Musicali all’Urbanistica | Puntata 5 Perché non provare a leggere i fenomeni urbani e suburbani attraverso gli indizi lasciati dalla musica?   Quando abbiamo presentato “Il ragazzo della via Gluck” di Celentano, avevamo detto che il brano era stato riproposto anche in altre tre versioni, cantate dalla francese Francoise Hardy (1966), dalla svedese Anna-Lena […]

Categorie
Società

“Ciao Amore, Ciao”, Luigi Tenco (1967)

Contributi Musicali all’Urbanistica | Puntata 4 Perché non provare a leggere i fenomeni urbani e suburbani attraverso gli indizi lasciati dalla musica? Continua il percorso nella musica italiana del secondo dopoguerra.Dopo lo sguardo sulla via Gluck di Adriano Celentano e la risposta di Giorgio Gaber, resta ancora un contributo da valutare, che si distacca dai […]

Categorie
Società

Risposta al ragazzo della via Gluck, Giorgio Gaber (1966)

Contributi Musicali all’Urbanistica | Puntata 3 Perché non provare a leggere i fenomeni urbani e suburbani attraverso gli indizi lasciati dalla musica? Abbiamo già parlato dell’ingenuo ragazzo della via Gluck, che in pieno boom edilizio guarda stranito l’irrefrenabile espansione della città, con il cemento che si sostituisce all’erba. Non abbiamo però ancora parlato di un […]

Categorie
Società

Il ragazzo della via Gluck, Adriano Celentano (1966)

Contributi Musicali all’Urbanistica | Puntata 2 Perché non provare a leggere i fenomeni urbani e suburbani attraverso gli indizi lasciati dalla musica? Più o meno negli stessi anni in cui Petula Clark decantava la Downtown, in Italia si viveva un periodo di prosperità, segnato, oltre ad una fase di crescita economica, anche da un forte […]